Giulia Calvanese

POESIA DI FRA GUIDO

E le stelle stanno a guardare, il cielo non degna di sguardo i mortali, la sterile astrale freddezza aborre l’umano contagio, la volta celeste rifugge il terrestre scompiglio.
Così l’antica sapienza, così la gaia scienza moderna ripete.
Ma è dato lo sguardo del cielo, che tutto comprende e accomuna, recante nell’alto la terra e il divino piegandolo in terra.
È sguardo di cura ed affetto, di dono di grazia e di vita.
È sguardo d’artista che a tutto ha concesso di essere, sgorgante mistero d’amore e di esso riflesso perenne.
È sguardo del Figlio di Dio, immagine dell’invisibile, che penetra tutte le cose per renderle segno di sé.
È celeste pupilla divina che tutto colora, recante scintilla d’azzurro a ciò che dal cielo discende.


Fra Guido Bendinelli o.p.
(Direttore Centro Culturale “Alle Grazie” Frati Domenicani)